UN GIRO D'ITALIA
TRA DUE FETTE DI PANE

UN GIRO D'ITALIA
TRA DUE FETTE DI PANE

UN GIRO D'ITALIA
TRA DUE FETTE DI PANE

previous arrow
next arrow
Slider

CYCLERY INIZIA NEL “SALOTTO BUONO” DI VARESE

In Piazza Giovine Italia ma, come ho sempre affermato, con una sedia scomoda! Un punto vendita molto piccolo, una sola vetrina, seppur prestigiosa e unica…

Era evidente che non ci fossero le condizioni per la somministrazione e quindi partiamo ufficialmente il 25 luglio 2016 esclusivamente con l’essenziale per un servizio da asporto (anche se con il nostro fantastico “dehors” sulla splendida piazzetta tanto cara ai varesini).

Tutto il resto però c’è! Il locale si connota come paninoteca e tutte le proposte food sono frutto di ricerca e selezione di qualità ed eccellenza, a cominciare dall’ingrediente principe, il pane. Io e Roberto abbiamo affrontato la scelta della materia prima da utilizzare con maniacale cura e volendo mantenere la massima aderenza e fedeltà al progetto originario.

LA STORIA

CYCLERY NASCE
ALL’INIZIO DEL 2016

Il nome è la fusione di “cycle” e “bakery” e l’intenzione è sempre stata chiara: creare un locale unico sia per il mondo di riferimento della bicicletta, sia per il tipo di ristorazione proposta. Un “bike-café” tipico della tradizione di molti Paesi, specialmente del Nord Europa, ma con una connotazione particolare, molto italiana.

Il progetto nasce grazie anche alla spinta del mio amico Roberto: anche lui al momento dell’apertura, proprio come me, a seguito di una diversa esperienza professionale e per la sua predisposizione al mondo del food e della ristorazione, ha deciso di cambiare. Così Roberto confluisce quasi naturalmente nell’idea che stavo sviluppando e che avevo chiarissima nella mia testa.

CYCLERY INIZIA NEL “SALOTTO BUONO” DI VARESE

In Piazza Giovine Italia ma, come ho sempre affermato, con una sedia scomoda! Un punto vendita molto piccolo, una sola vetrina, seppur prestigiosa e unica…

Era evidente che non ci fossero le condizioni per la somministrazione e quindi partiamo ufficialmente il 25 luglio 2016 esclusivamente con l’essenziale per un servizio da asporto (anche se con il nostro fantastico “dehors” sulla splendida piazzetta tanto cara ai varesini).

Tutto il resto però c’è! Il locale si connota come paninoteca e tutte le proposte food sono frutto di ricerca e selezione di qualità ed eccellenza, a cominciare dall’ingrediente principe, il pane. Io e Roberto abbiamo affrontato la scelta della materia prima da utilizzare con maniacale cura e volendo mantenere la massima aderenza e fedeltà al progetto originario.

LA STORIA

CYCLERY NASCE
ALL’INIZIO DEL 2016

Il nome è la fusione di “cycle” e “bakery” e l’intenzione è sempre stata chiara: creare un locale unico sia per il mondo di riferimento della bicicletta, sia per il tipo di ristorazione proposta. Un “bike-café” tipico della tradizione di molti Paesi, specialmente del Nord Europa, ma con una connotazione particolare, molto italiana.

Il progetto nasce grazie anche alla spinta del mio amico Roberto: anche lui al momento dell’apertura, proprio come me, a seguito di una diversa esperienza professionale e per la sua predisposizione al mondo del food e della ristorazione, ha deciso di cambiare. Così Roberto confluisce quasi naturalmente nell’idea che stavo sviluppando e che avevo chiarissima nella mia testa.

Questo anche per quanto riguarda gli arredi e i decori della location, costruiti con totale spirito “cycle”: bancone, tavoli, illuminazione e accessori li ho personalmente realizzati rigorosamente a mano, con materiali di recupero e una creatività “applicata” ispirata al mondo della bicicletta, senza lasciare nulla al caso e cercando anche il divertimento nel reinterpretare e riciclare veri pezzi di bici dando loro nuova funzionalità.

Nella sua breve vita però CYCLERY ha avuto già modo di crescere e festeggiare il 4 luglio 2019 una seconda apertura grazie ad un rinnovamento e ampliamento nello spazio attiguo. Così, le vetrine sono diventate due, si è creata l’area bar con bancone, tavoli e sedute e CYCLERY si è trasformato in un vero e proprio “bike-café” agli occhi di tutti… Finalmente da “scomoda sedia” siamo diventati una ben più comoda poltrona nell’arredo del salotto varesino di Piazza Giovine Italia!

EDO e ROBERTO

Tutto bello, bellissimo, ma non ancora perfettamente in linea con quello che era il mio progetto iniziale e chi mi conosce bene lo sa, sono un gran testardo e quello che ho in testa prima o poi lo realizzo. Qual è il progetto?

Vi rispondo con una domanda.

Nel marchio CYCLERY non vedete proprio nulla di particolare? Vedete solo una bicicletta stilizzata con due ruote ed un manubrio?

Se guardate meglio però non vi sembra di scorgere qualcosa, magari due numeri? Un nove e un sei…

NINETOSIX magari?